Un organo per Sant' Anna di Stazzema

Durante una visita a Sant`Anna di Stazzema, teatro il 12 Agosto del 1944 di uno dei più terribili crimini di guerra nazista in Italia, abbiamo avuto il piacere di conoscere una persona delle poche sopravissute al massacro, il Signor Enio Mancini, fondatore e Direttore del Museo Storico della Resistenza, aperto a Sant`Anna nel 1991.

Dopo diversi incontri con Mancini, e nell`ambito di un gemellaggio tra studenti italiani e tedeschi ( Lucca ed Essen, zona della Ruhr) da noi suggerito e promosso, ci è riuscito finalmente di far parte ad una ceremonia commemorativa nel paese, cosí che un gruppo di allievi dell`orchestra del ginnasio ha potuto portare, suonando nel luogo della memoria, il nostro primo onore ai caduti.
In questa occasione abbiamo notato, che la chiesa di Sant`Anna era (e lo è ancora oggi) priva del suo organo, e cio´fin da quel triste giorno della strage, dal 12 Agosto 1944.
Fu cosí che nacque il desiderio, tramite concerti di beneficenza, di raccogliere fondi per ridare, come segno di pace e di riconciliazione tra popoli, un organo alla chiesetta di questo paese.

L`idea ha trovato terra fertile sia in Germania che in Italia. Profondo è stato tra gli altri l`interesse della corrispondente italiana per il Süddeutsche Zeitung Christiane Kohl, la quale , giá nel 1999, ottenne molta risonanza pubblica con un considerevole articolo, per il rinomato quotidiano tedesco, sui crimini del nazismo in Italia.

Dopo i primi concerti a Essen nel febbraio di 2002 in presenza di Enio Mancini e rappresentanti del comune di Stazzema hanno avuto luogo altri concerti di beneficenza in altre città tedesche ed in Toscana a Sant`Anna di Stazzema, Stazzema, Pietrasanta, Pisa e Firenze.

L`iniziativa ha trovato il sostegno del Vicepresidente del Consiglio Regionale della Toscana, Enrico Cecchetti.

Il nuovo organo per la chiesa di Sant`Anna dovrebbe essere integrato nel concetto del parco della pace per poter unire i ragazzi di tutto il mondo per corsi di musica e concerti incomune, perché la musica è una lingua universale che non ha bisogno di parole, come ha già dimostrato il grande Maestro Daniel Barenboim con i suoi incontri annuali di giovani musicisti israeliani e palestinesi che ogni anno formano un`orchestra sinfonica per una serie di concerti.
Un primo tentativo è già successo in 2002 in occasione del campo della pace, quando due ragazzi coetanei di Farnocchia in comune di Stazzema e di Tirschenreuth in Baviera hanno suonato insieme nella chiesa di Sant`Anna di Stazzema.

Il costruttore dell`organo é Glauco Ghilardi di Lucca.

La inaugurazione è fissata per il 29 luglio 2007.